Grotta dell'Acqua Dolce o Ficarella
La grotta è così chiamata in virtù della sorgente di acqua dolce che penetra al suo interno, posta innanzi ad una delle calette della Riserva dello Zingaro, per l'appunto cala figarella.
E' una vera e propria grotta con l'ingresso a circa -16mt proprio lungo la costa, l’ingresso è molto ampio e più ci si addentra, maggiormente lo diventa, nella prima parte o prima stanza, grossi massi forniscono riparo a gamberi meccanici e paguri e sulla volta spesso si possono notare grosse magnose, proseguendo nella penetrazione gruppi di corvine ci regalano tutta la loro lucentezza, per abbandonarci poi all’aloclino che si crea dall'incontro dell'acqua dolce della sorgente e quella salata del mare, punto nel quale per caratteristica la nostra visione sarà sfuocata, ma che immediatamente dopo, puntando le nostre torce, ci lascerà ad una immagine che ci farà sembrare che le rocce galleggino sopra di noi. Continuando si riemerge in un grosso camerone la cui aria è respirabile e tolte le maschere ci lascerà alla visione di stalattiti e stalagmiti. La via del ritorno ci sarà indicata dai riflessi azzurro intenso che ci riporteranno sino  all'uscita.

 

Tipo di immersione: grotta
Esperienza: Specialità cave
Profondità massima: 16 mt.
Note: corrente assente; accesso in barca 25/30 min.

 

Richiedi un preventivo

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Emmè Pubblicità